Lucia Tosto e il Flamenco

 

Lucia, nasce in Sicilia a Barcellona P.d.g. (ME) il 5 Novembre 1965.

All’inizio degli anni 70,  quando aveva solo otto anni, la famiglia si trasferisce in Piemonte e qui Lucia finalmente può realizzare il suo sogno di bambina ovvero di  iniziare a danzare.

Finalmente la famiglia la iscrive alla prima scuola  di danza la Ariadne di Torino e cosi inizia a frequentare i primi corsi per studiare la Danza secondo la tecnica classica e moderna.

E’ solo nel 1985 che a Fossano dove Lucia vive con la famiglia, mentre frequenta la Scuola di danza “Estudio de Danzas” per continuare gli studi di danza classica e moderna con i  Maestri argentini Mirta e Marcelo Aulicio, scopre, grazie all’insegnante Andrea Aulicio i primi passi di una danza  spagnola che scoprirà poi essere la Sevillana primo approccio  con il Flamenco la danza che qualche anno più tardi le entrerà profondamente nell’anima.

Nel 1990 entra a far parte del gruppo di danza e teatro Agorà come coreografa e ballerina. Il gruppo propone diversi spettacoli fra cui “Il libro delle Poesie” e “Moby Game”.

Nel 1991 inizia a insegnare danza moderna e si avvicina anche alle danze caraibiche.

Nel 1992 si trasferisce in Friuli e, seppur mantenendo l’iniziale formazione classica, decide di approfondire l’interesse nato per il Flamenco qualche anno prima in Piemonte e cosi inizia a perfezionare la tecnica e la coreografia frequentando vari corsi in Andalusia (Jerez-Sevilla-Malaga-Cadiz) regione culla del flamenco e soprattutto frequentando  Classes de baile nella più prestigiosa Academia de Baile “Amor de Dios” di Madrid scuola dove sono passati tutti  i grandi nomi del Flamenco.

Dopo questi primi approfondimenti organizza i primi corsi di baile Flamenco in una scuola di danza a Udine avviando una prima idea di progetto  artistico e culturale che qualche anno più tardi prenderà corpo.

Negli anni a seguire Lucia continua  a frequentare stages & Laboratori tenuti da maestri di origine spagnola  e di fama Internazionale (si cita  Marc Aurelio, Caterina Lucia Costa, Elena Vicini, La Tati, Paco Romero, Joaquin Grilo, Manuel Betanzos, Javier Baron, Cristina Benitez “El Torombo”, Pilar Ogalla, Juan Ogalla, Maria Jose Leon Soto, Juana Calà, ecc.).

Nel 1997 Lucia scrive il copione e mette in scena il musical Plaza de Toros con musiche dal vivo e balletti spagnoli .

Lo spettacolo viene presentato al Teatro Palamostre di Udine  e porta sul palco una 40 di persone tra bambini ragazzi e adulti che nell’allegria di un musical iniziano ad appassionarsi e ad avvicinarsi al Flamenco e consentono al pubblico di  conoscere da vicino questa Danza e Cultura gitana.

Nel 1999 fonda con le sue allieve il primo  gruppo di baile  “Estrellas Flamencas”, la compagnia  si esibisce in diversi locali della regione presentando uno spettacolo dal vivo di Danza e Cultura Flamenca grazie all’inserimento della  recitazione di poesie di Federico Garcia Lorca.

Nel 2000 prende corpo il progetto di diffusione del Flamenco e della cultura gitana nella Regione F.V.G con l’organizzazione di diversi stages condotti da  ballerini/e di fama internazionale..

Nel 2002 Lucia si diploma col massimo dei voti come Maestra Coreografa A.N.M.B.  e viene abilitata all’insegnamento “Coreographic Team”.

Nel 2005 realizza un progetto didattico di “Storia e cultura del flamenco”  rivolto agli Istituti scolastici che mira all’insegnamento della lingua e della cultura spagnola attraverso la Danza.

Nell’ambito del progetto Lucia,   presenzia direttamente, in qualità di relatrice e ballerina, ad un ciclo di incontri dove vengono illustrati agli alunni e ai professori degli Istituti ospitanti gli aspetti storici e tecnici del ballo flamenco e nel contempo della cultura gitana.

Nel corso degli anni partecipa, come solista e/o con il gruppo “Estrellas Flamencas”, a numerose manifestazioni in vari teatri, scuole, piazze italiane ed europee.

Nel 2006 per promuovere con maggior forza il progetto iniziale Lucia, insieme ad un paio di aficionados,  fonda l’Associazione Viento Flamenco  che si pone l’obiettivo di divulgazione  della Danza e della Cultura Flamenca in tutto il Friuli Venezia Giulia e  Veneto.

Dal 2006 ad oggi Lucia è stata opsite di numerosi eventi organizzati in Italia e all’estero, coreografa e si occupa della Direzione artistica  degli spettacoli di Flamenco organizzati da Viento Flamenco che vedono la collaborazione di  vari musicisti e cantanti di fama nazionale e internazionale, fra i principali  si cita:

Angelo Giordano, Michele Pucci, Frank de Franceschi, Carmen Amor, Marc Aurelio, Caterina Lucia Costa, Critina Benitez, Lucas Ortega, Maria Jose Barrera Suarez “La Toromba”, Jose Ruiz Ruiz.

Nel 2012 , insieme alla Danzatrice del ventre Bruna Maria Rotunno (in arte Soraya) ed altri musicisti fonda  la Compañía Al-hambra mettendo in scena lo spettacolo Al Qantara (Il ponte) una fusione di Flamenco, Danza Orientale e Flamenco Arabo

Al Qantara uno spettacolo dalle atmosfere calde e suggestive, un viaggio musicale che parte dal cuore del Maghreb per arrivare all’anima della Spagna, un ponte creato per avvicinare  due culture magiche e affascinanti, così diverse ma ricche di reciproche influenze.

Nel 2013 entra a far parte, curando le coreografie delle danzatrici, del “Coro de Villancicos” diretto dal M° Angelo Giordano, Il coro si esibisce in canti e balli tipici dell’Andalucia (rumbas, sevillanas, ecc.); i coristi si esibiscono con costumi tradizionali e strumenti tipici quali la zambomba, la tiñaca e le panderetas.

Il Coro Viento Flamenco è una realtà pressoché unica in Italia avendo contribuito a formare il primo coro ufficialmente costituito.

Dal 2015 Lucia cura la realizzazione di progetti di Danza, Movimento & Musica  che mirano all’inclusione di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale in contesti che normalmente sono appannaggio delle sole persone abili.  Quando si pensa alla danza quasi automaticamente il pensiero si rivolge verso un concetto classico che esclude moltissime persone fra cui i diversamente abili i quali non sono in possesso delle capacità e condizioni ritenute “idonee” per praticarla. Tutto ciò è limitante per chi ha dei problemi ed impedisce loro di fare esperienze fisiche ed emozionali e di sviluppare una loro propria espressione artistica. Si pensa anche che le persone diversamente abili hanno bisogno di cure, quindi ci si preoccupa dell’aspetto assistenzialistico, ovviamente importantissimo, trascurando il fatto di considerarle per quello che sono, persone e che possono desiderare di entrare anche loro di far parte del mondo artistico o, almeno, trascorrere qualche ora divertendosi e facendo della sana attività fisica.

Tali progetti prevedono la realizzazione di una coreografia su musica Flamenca con incursioni e fusioni di altro genere musicale.

Al termine del corso i partecipanti, a seconda delle loro inclinazioni, sono stati protagonisti di spettacoli che si sono svolti in Teatro fra cui il Teatro Palamostre di Udine.

Il progetto è stato replicato fino al 2019; in questi ultimi due anni a causa dell’emergenza sanitaria si  dovuto sospendere.

Nel 2017 partecipa al 1° premio internazionale Maria Cumani Quasimodo (Presidente della giuria Alessandro Quasimodo insieme all’editore Giuseppe Aletti)  e viene premiata come 1a classificata nella sezione danza con la coreografia “Farruca” un ballo che la vede protagonista insieme ai musicisti Angelo Giordano (voce), Michele Pucci (chitarra), Frank De Franceschi (cajon) e Cristina Verità (violino).

La premiazione ha avuto luogo nella sede della prestigiosa scuola CET di Mogol di Avigliano Umbro, dove si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Maria Cumani“, dedicato ad una donna straordinaria, di grande talento, poetessa, ballerina e attrice.

Dal 2006 Lucia è il Direttore artistico e coreografico dell’Associazione Viento Flamenco.

Viento Flamenco è considerato uno dei centri del Flamenco più importante di Italia e in questi anni ha allestito vari Spettacoli con musica dal vivo grazie alla collaborazione degli amici artisti

Angelo Giordano (Cante y guitarra)
Michele Pucci (Guitarra)
Frank de Franceschi ( Percusion)
Cristina Verità (Violin)
Erica Scherl (Violin)

e di altri ospiti nazionali e internazionali

“la danza è vita, respiro, amore e calore, è quella compagna che tutti vorrebbero al proprio fianco”

 Lucia Tosto